0 0
Aragosta all’Americana

Share it on your social network:

Or you can just copy and share this url

Ingredienti

Regola porzioni:
1kg Aragosta
3 cucchiai Olio Evo
1 cucchiaio Marsala
1 cucchiaio Cognac
50cl Panna
1 cucchiaino Paprica
2 Tuorli
3 Carote
1 costa Sedano
2 foglie alloro
1 Cipolla
1 rametto rosmarino
1 rametto Timo
2 cucchiai Aceto di mele
qb Sale

Informazioni nutrizionali

19g
Proteine
89k
Calorie
0,86g
Grassi
0,6g
Carboidrati
0,9g
Zuccheri

Aggiungi ricetta ai segnalibri

You need to login or register to bookmark/favorite this content.

Aragosta all’Americana

Aragosta all’Americana

Caratteristiche:
  • Tradizionale

In una padella antiaderente mettere a scaldare l’olio evo.
Aggiungere le fette di aragosta e rosolare per 4 minuti.
Unire la paprika, il cognac, il marsala, sale e cuocere ancora per 2 minuti.
Aggiungere la panna, i tuorli sbattuti e mescolare fino all’addensamento della salsa.

  • 40
  • Porzioni 6
  • Easy

Ingredienti

Indicazioni

Share

Aragosta all’Americana

L’Aragosta all’Americana è un piatto molto versatile può essere servito come antipasto o come un secondo piatto molto raffinato e gustoso, ideale da servire in pranzi o cene importanti.

Per l’Aragosta all’Americana
disporre tutti gli ingredienti dosati sul piano di lavoro.

Lavare sotto acqua corrente l’aragosta,
asciugare con carta assorbente da cucina,
legare la coda dell’aragosta contro l’addome e tenere da parte.

Pulire, lavare,
tagliare i 4 parti la cipolla e tenere da parte.

Pelare, lavare,
tagliare a pezzettoni la carota e tenere da parte.

Lavare, pestare con la lama di un coltello la gamba di sedano,
tagliarla a pezzettoni e tenere da parte.

Lavare, asciugare con carta assorbente da cucina,
le foglie di alloro e tenere da parte.

Lavare, asciugare con carta assorbente da cucina,
il rametto di rosmarino e tenere da parte.

Lavare, asciugare con carta assorbente da cucina,
il rametto di timo e tenere da parte.

In una ciotola sbattere leggermente i 2 tuorli
e tenere da parte.

In una pentola piena di acqua bollente salata,
mettere a cuocere il sedano, le carote,
la cipolla, l’alloro, il pepe e l’aceto.

A piena ebollizione immergere l’aragosta
legata per 45 minuti.

Lasciarla raffreddare nella sua acqua.

Scolarla,
dividerla in 2 parti incidendo con il coltello
la parte superiore della testa
e proseguire il taglio per tutta la lunghezza.

Togliere anche il budellino nero.

Togliere l’aragosta dal guscio
e tagliarla a fette.

In una padella antiaderente
mettere a scaldare l’olio evo.

Aggiungere le fette di aragosta
e rosolare per 4 minuti.

Unire la paprika, il cognac, il marsala,
sale e cuocere ancora per 2 minuti.

Aggiungere la panna, i tuorli sbattuti
e mescolare fino all’addensamento della salsa.

Servire in tavola su piatto di portata
o ad ogni commensale su piatto individuale.

 

 

Nota
L’Aragosta all’Americana si può servire su crostoni di pane fritti nel burro o abbrustoliti in forno.

L’aragosta (Palinurus elephas), conosciuta comunemente come aragosta mediterranea, aragosta spinosa europea, aragosta spinosa comune, è un crostaceo dell’ordine Decapoda che vive nei fondali del Mar Mediterraneo e dell’Oceano Atlantico orientale. Ha una taglia medio – grande con una lunghezza media di 20–40 cm e massima di 50 cm ed un peso fino a 8 kg. Vive nei fondali rocciosi dai 20 m fino ai 150 m di profondità. È una specie gregaria, si trovano spesso insieme numerosi esemplari. Teoricamente questo crostaceo può vivere all’ infinito, dato che il suo DNA non invecchia, ma lo sforzo del cambio di carapace e le probabili infezioni a cui va incontro durante questa fase della sua crescita, sono la causa della sua morte.

Ne sono stati pescati esemplari di oltre 150 anni, più di uno con peso superiore ai 20 kg.

Si nutre di plancton, alghe, spugne, anellidi, echinodermi, briozoi, crostacei, pesci e alcune specie di coralli, a volte anche carcasse di questi.

In alcune ricette viene applicato il metodo della cottura a vivo in acqua bollente, in quanto è opinione diffusa che gli invertebrati non percepiscano dolore. Nel febbraio 2013 è stato pubblicato un nuovo studio di ricercatori irlandesi che ha smentito l’opinione comune ed il vecchio studio norvegese, evidenziando come i movimenti del crostaceo al momento dell’immersione non sarebbero dovuti a riflessi automatici, ma a reale percezione del dolore

Nelle aragoste, come per molti artropodi, la proteina tropomiosina è allergenica e può essere causa di allergia alimentare anche grave.

 

 

 

Cartocci di Aragosta alla Paprika

 

(Visited 8 times, 1 visits today)

Recensioni ricetta

Non ci sono ancora recensioni per questa ricetta, usa un modulo qui sotto per scrivere la tua recensione
precedente
Uova affogate alla Spagnola
successivo
Polpettone Napoletano
precedente
Uova affogate alla Spagnola
successivo
Polpettone Napoletano

Inserisci un commento

Translate »