0 0
Brasile in Terracotta

Share it on your social network:

Or you can just copy and share this url

Ingredienti

Regola porzioni:
1kg Pesce misto gamberetti, filetti di pesce ecc.
2 Pomodori
1 ciuffo Prezzemolo
1 spicchio Aglio
1 Peperone rosso
1 Peperone verde
1 Cipolla
10cl Latte di cocco
qb Olio Evo

Informazioni nutrizionali

17,73g
Proteine
97k
Calorie
2,33g
Grassi
0,7g
Carboidrati
1,04g
Zuccheri

Aggiungi ricetta ai segnalibri

You need to login or register to bookmark/favorite this content.

Brasile in Terracotta

Brasile in Terracotta

Caratteristiche:
  • Tradizionale

In una ciotola capiente mettere a marinare il pesce con il lime, il sale ed il pepe.
In una pentola di terracotta mettere un po' di olio evo e la cipolla tritata.
Disporre sopra il pesce ed eventuali filetti di pesce tolti dalla marinatura, i peperoni tagliati a filetti ed i pomodori tagliati.
Mettere la pentola di terracotta sul fuoco con sotto lo spargifiamma e cuocere per 60 minuti a fuoco basso.
Aggiungere, dopo 30 minuti di cottura, il latte di noce di cocco fino a coprire tutta la preparazione.

  • 80
  • Porzioni 4
  • Easy

Ingredienti

Indicazioni

Share

Brasile in Terracotta

Il Brasile in Terracotta o Moqueca esalta il sapore ed profumo di questa terra. Il Brasile in Terracotta o Moqueca è accompagnato con del riso bianco basmati, per ottenere, così, un ottimo piatto unico.

Per il Brasile in Terracotta
disporre tutti gli ingredienti dosati sul piano di lavoro.

Spremere il lime nello spremi agrumi
e tenere il succo da parte.

Lavare, asciugare con carta assorbente da cucina:

  • le foglie di prezzemolo, tritarle e tenere da parte
  • il pesce e tenere da parte 
  • i peperoni, tagliarli a filetti e tenere da parte
  • i pomodori, tagliarli in 8 parti e tenere da parte
  • tritare la cipolla e tenere da parte 
  • tritare l’aglio e tenere da parte.

In una ciotola capiente
mettere a marinare il pesce con il lime, il sale ed il pepe.

In una pentola di terracotta mettere un po’ di olio evo
e la cipolla tritata.

Disporre sopra il pesce ed eventuali filetti di pesce tolti dalla marinatura,
i peperoni tagliati a filetti ed i pomodori tagliati.

Mettere la pentola di terracotta sul fuoco con sotto lo spargifiamma
e cuocere per 60 minuti a fuoco basso.

Aggiungere, dopo 30 minuti di cottura,
il latte di noce di cocco fino a coprire tutta la preparazione.

 

Terminare la cottura
e servire in tavola nella pentola di terracotta.

 

 

Nota
Vino consigliato:
Chardonnay oppure un Chianti classico

 

Il peperone è il nome comune dato alla bacca ottenuta da alcune varietà della specie Capsicum annuum e utilizzata come verdura, appartiene alla famiglia delle Solanacee. I peperoni sono stati importati dall’America centro-meridionale, Brasile, in Europa dagli spagnoli durante la prima metà del XVI secolo d.C. In Europa, erano inizialmente conosciuti con il nome di “pepe del Brasile”. I peperoni sono ortaggi largamente diffusi un po’ in tutto il Mondo ed entrano a far parte di moltissime tradizioni culinarie locali; anche in Italia, sia al nord che al sud, i peperoni rivestono un ruolo fondamentale poiché, in virtù della loro spiccata eterogeneità botanica, si adattano a preparazioni molto differenti l’uno dall’altro. Le varietà di peperoni producono frutti di differenti forme allungata, conica, a prisma o a globo, superfici liscia o costoluta, colori verde, rosso, giallo, arancione, violetto e sapore acre o dolce. I peperoni vengono consumati sia freschi crudi o cotti, sia in alcuni casi essiccati come ad esempio il peperone crusco. Pur provenendo dal medesimo genere di piante, il peperone si differenzia dal peperoncino poiché non contiene la capsaicina , che è responsabile della piccantezza del peperoncino: un peperone ha pertanto valore zero nella scala di Scoville, la scala di misura della piccantezza. I peperoni si caratterizzano per un modesto apporto energetico proveniente soprattutto dal contenuto in fruttosio, mentre lipidi e proteine risultano quasi inesistenti. I peperoni sono gli alimenti che, se consumati crudi, contengono le maggiori quantità di vitamina C (acido ascorbico). I peperoni sono anche un’ottima fonte di betacarotene in generale, più sono rossi, più betacarotene e vitamina C contengono (un peperone rosso può contenere, a parità di peso, fino a 4/5 volte più vitamina C di un’arancia). Per preservare al massimo la vitamina C contenuta nei peperoni, l’ideale sarebbe consumarli crudi; tuttavia, per migliorare la digeribilità dell’ortaggio e la disponibilità dei carotenoidi, si consiglia una cottura al vapore o in padella a fiamma non troppo viva. Generalmente i peperoni verdi sono meno dolci e più difficili da digerire, anche senza pelle, mentre i peperoni rossi e quelli gialli vantano una maggiore dolcezza e digeribilità. Al forno, ripieni, alla griglia, saltati in padella o in insalata: i peperoni sono adatti a tutti gli usi in cucina; vengono usati anche per minestre, salse, purè e per condire la pasta.

 

Cottura benefici utilizzo delle pentole in terracotta

 

(Visited 12 times, 1 visits today)

Recensioni ricetta

Non ci sono ancora recensioni per questa ricetta, usa un modulo qui sotto per scrivere la tua recensione
precedente
Baccalà alla Vicentina
successivo
Coda alla Vaccinara
precedente
Baccalà alla Vicentina
successivo
Coda alla Vaccinara

Inserisci un commento

Translate »