0 0
Palline di Ricotta in Brodo

Share it on your social network:

Or you can just copy and share this url

Ingredienti

Regola porzioni:
250gr Ricotta
1 Uova
3 cucchiai Farina 00
2 cucchiai Grana Parmigiano Reggiano
1/2 litro Olio d'arachidi
1,5 litri Brodo vegetale vedi nota
qb Noce moscata
qb Pepe
qb Sale

Informazioni nutrizionali

11,26g
Proteine
174k
Calorie
12,98g
Grassi
3,04g
Carboidrati
0,3g
Zuccheri

Aggiungi ricetta ai segnalibri

You need to login or register to bookmark/favorite this content.

Palline di Ricotta in Brodo

Palline di Ricotta in Brodo

Caratteristiche:
  • Tradizionale

In una ciotola capiente, lavorare con un cucchiaio di legno, la ricotta.
Aggiungere l’uovo intero, la farina, pepe, sale, noce moscata e continuare a lavorare fino ad ottenere un composto liscio ed omogeneo.
Prendere un po’ di composto per volta, fare con i palmi delle mani delle sferette grosse come una nocciola, infarinarle e tenere da parte.
In una padella antiaderente mettere a scaldare l’olio di arachidi.
Mettere, poco alla volta, a friggere le palline, depositarle su carta assorbente da cucina per rilasciare l’olio in eccesso.
Metterle in una zuppiera e versarci sopra il brodo bollente.

  • 30
  • Porzioni 6
  • Easy

Ingredienti

Indicazioni

Share

Palline di Ricotta in Brodo

Le Palline di Ricotta in Brodo sono un primo piatto da annoverare tra i confort food, ottimo da consumare nella stagione invernale

Per le Palline di Ricotta in Brodo
disporre tutti gli ingredienti dosati sul piano di lavoro.

In una pentola con 1,5 litri di acqua leggermente salata
ed un cucchiaino di dado vegetale, vedi nota,
far raggiungere l’ebollizione e tenere da parte.

In una ciotola capiente,
lavorare con un cucchiaio di legno,
la ricotta.

Aggiungere l’uovo intero, la farina,
pepe, sale, noce moscata
e continuare a lavorare fino ad ottenere un composto liscio
ed omogeneo.

Prendere un po’ di composto per volta,
fare con i palmi delle mani delle sferette grosse come una nocciola,
infarinarle e tenere da parte.

In una padella antiaderente
mettere a scaldare l’olio di arachidi.

Mettere, poco alla volta, a friggere le palline,
depositarle su carta assorbente da cucina
per rilasciare l’olio in eccesso.

Metterle in una zuppiera
e versarci sopra il brodo bollente.

Servire in tavola nella zuppiera
o ad ogni commensale su piatto individuale.

 

 

Nota
DADO VEGETALE
Ingredienti:
250gr sale grosso – 300gr carote – 200gr sedano
– 2 cipolle grandi (o 1 cipolla+ ½ porro) – 2 spicchi d’aglio
– 10 foglie di salvia – 1 rametto rosmarino – 1 mazzetto prezzemolo
– 4 vasetti Bormioli da 250gr

Ricoprire col sale grosso il fondo di una pentola in acciaio a fondo spesso e disporre sopra le verdure mondate, lavate e tagliate a pezzi non troppo piccoli e gli aromi. Mettere il coperchio e cuocere a fiamma bassa per 1 ora.

Cotte le verdure, frullarle, con minipimer ad immersione, con tutto il liquido che avranno rilasciato ed il sale non ancora sciolto.

A questo punto si possono intraprendere 2 vie:

una prevede la trasformazione del composto in “dado granulare” l’altra detta

”fase umida” prevede  che dopo aver frullato tutto si invasi, si chiudano ermeticamente i vasetti e si capovolgano per  fare il sottovuoto.

I vasetti si possono mettere in frigorifero o in luogo fresco ed asciutto, durano più di un anno. Le dosi di riferimento sono: 1 cucchiaino equivale ad 1 dado industriale. Con il dado preparato può essere utilizzato per tutte le preparazioni in cui è richiesto l’uso di dado o brodo vegetale.

La ricotta (dal latino recocta) è un prodotto caseario, più precisamente un latticino.

Esistono ricotte da latte vaccino, ovino dal gusto più intenso, caprino o di bufala, così come ce ne sono di miste. Da un punto di vista strettamente nutrizionale viene annoverata tra i prodotti magri (130-240 kcal/100 gr, eccetto che non venga addizionata con latte o panna).

Ricca di proteine nobili, (circa 8% nella ricotta vaccina), fornisce un residuo di lavorazione detto scotta, che veniva spesso utilizzato dai pastori per l’alimentazione dei cani. Esiste anche la ricotta salata o ricotta secca che è ricotta addizionata di sale per la conservazione e fatta essiccare.

Viene prodotta in tutta Italia e quella ovina in particolare in Sardegna, Sicilia, Basilicata, Abruzzo, Puglia, Campania e Calabria e, se salata o infornata è usata grattugiata sulla pasta asciutta, nelle ricette siciliane come la pasta alla Norma

La ricotta è anche l’elemento base di molte ricette: tortelli maremmani, schianta pugliese, ‘mbignulata calabrese, pastiera napoletana, cannoli, rollò, cassata siciliana  (rigorosamente ricotta di pecora), tortelloni di magro, la pàrdula sarda.

È prodotta in tutte le regioni italiane: fra le maggiormente commercializzate vi è quella di produzione laziale conosciuta come ricotta romana d.o.p. caratterizzata da una pasta compatta e asciutta. In molte delle regioni esistono ulteriori lavorazioni della ricotta, come quella stagionata, infornata, affumicata o salata.

Fuori dall’Italia si produce ricotta nei paesi mediterranei europei: Francia          (sèrac, brocciu corso), Grecia (myzithra, anthotvros  ), Spagna ( requesòn) e Malta (rikotta). Nelle regioni alpine di lingua tedesca viene prodotta con il nome di Ziger. In Romania la ricotta è conosciuta da tempi immemorabili con il nome di urda ed è considerata come un prodotto tradizionale rumeno.

 

Vellutata di Carote

 

 

(Visited 5 times, 1 visits today)

Recensioni ricetta

Non ci sono ancora recensioni per questa ricetta, usa un modulo qui sotto per scrivere la tua recensione
precedente
Verdure in Maionese
successivo
Uova al forno con Acciughe
precedente
Verdure in Maionese
successivo
Uova al forno con Acciughe

Inserisci un commento

Translate »