0 0
Perciatelli alla Napoletana

Share it on your social network:

Or you can just copy and share this url

Ingredienti

Regola porzioni:
600gr Maccheroni Perciatelli
4 cucchiai Olio Evo
1kg Pomodori
250gr Piselli sganati
200gr Mozzarella
250gr Carne trita di manzo
qb Pepe
qb Sale

Informazioni nutrizionali

2,1g
Proteine
98k
Calorie
1,9g
Grassi
21,1g
Carboidrati
0,9g
Zuccheri

Perciatelli alla Napoletana

Perciatelli alla Napoletana

Caratteristiche:
  • Tradizionale

In una padella antiaderente mettere a scaldare l’olio evo.
Aggiungere la carne di manzo tritata e far rosolare bin ogni sua parte mescolando.
Unire i pomodori, i piselli sgranati, pepe, sale e far rosolare per 5 minuti mescolando.
Aggiungere 1 bicchiere di acqua e cuocere per 25 minuti a fiamma bassa al fine di ottenere una salsa di giusta consistenza.
Unire la mozzarella a dadini e mescolare e mescolare per 3 minuti a fiamma bassa.
In una pentola piena di acqua bollente salata, mettere i perciatelli (maccheroni) a lessare per il tempo indicato sulla confezione dal produttore. Scolarli e versarli nella padella con la salsa di pomodoro, mescolare bene.

  • 40
  • Porzioni 6
  • Easy

Ingredienti

Indicazioni

Share
Pubblicità

Perciatelli alla Napoletana

I Perciatelli alla Napoletana sono un primo piatto della cucina tradizionale Napoletana, facile da preparare e molto gustoso, è ideale per pranzi e cene con familiari ed amici.

Per i Perciatelli alla Napoletana
disporre tutti gli ingredienti dosati sul piano di lavoro.

Lavare, asciugare con carta assorbente da cucina,
i piselli sgusciati e tenere da parte.

Lavare, asciugare con carta assorbente da cucina,
i pomodori, togliere il torsolo, i semi, spellarli e tenere da parte.

Sul piano di lavoro tagliare la mozzarella a dadini
e tenere da parte.

In una padella antiaderente
mettere a scaldare l’olio evo.

Aggiungere la carne di manzo tritata
e far rosolare bin ogni sua parte mescolando.

Unire i pomodori, i piselli sgranati,
pepe, sale e far rosolare per 5 minuti mescolando.

Aggiungere 1 bicchiere di acqua e cuocere per 25 minuti a fiamma bassa
al fine di ottenere una salsa di giusta consistenza.

Unire la mozzarella a dadini
e mescolare e mescolare per 3 minuti a fiamma bassa.

In una pentola piena di acqua bollente salata,
mettere i perciatelli (maccheroni)
a lessare per il tempo indicato sulla confezione dal produttore.

Scolarli e versarli nella padella con la salsa di pomodoro,
mescolare bene.

 

Servire in tavola ad ogni commensale
su piatto individuale.

 

 

Nota
La salsa di pomodoro, o sugo di pomodoro, è un sugo ottenuto dalla cottura della polpa dei pomodori nell’olio di oliva e utilizzato nella cucina Italiana come condimento per la pasta.

La ricetta base ha dato origine a innumerevoli varianti.

All’interno della cucina Italiana esistono due diverse modalità e ricette della salsa di pomodoro, una tipica del centro nord e una del centro sud.

La versione del centro nord è preparata con un soffritto di sedano, carota e cipolla, a cui si aggiungono poi i pomodori, che vengono schiacciati e portati a bollore. La cottura avviene in sostanza tramite bollitura.

La salsa del centro sud, invece, è preparata solo con aglio, solitamente intero e “vestito”: i pomodori vengono quindi aggiunti e rosolati interi a fiamma media, venendo schiacciati solo a fine cottura.

Sebbene la definizione di cosa sia in realtà una salsa di pomodoro appare incerta, nell’accezione di “sugo ottenuto principalmente a base di pomodoro”, le prime fonti certe di una tale preparazione riconducono alla cucina napoletana. La prima opera che propose in maniera sistematica l’utilizzo di una salsa di pomodoro, viene ricondotta ad un ricettario pubblicato a Napoli nel 1773, quando Vincenzo Corrado, nella sua opera più famosa propose ben tredici ricette di salse di pomodoro, evidente sintomo di un costume ormai diffuso nel mezzogiorno italiano. Tuttavia anche in questo caso si tratta di salse pensate per accompagnare le portate (mai la pasta), non entrando di fatto nella composizione della pietanza. La prima opera che illustra una ricetta nella quale i pomodori vengono suggeriti come condimento per le paste asciutte, viene attribuita a Francesco Leonardi che, nella sua monumentale opera in sei volumi, l’Apicio Moderno, propone il “Ragù di Maccaroni” (pag. 25, IV Vol.), con la quale ci rimanda ai “Maccaroni alla Napolitana”.

Infine nell’edizione del 1844 (ed. I, 1837) della sua opera Cucina casereccia fece la sua prima comparsa la più nota delle salse “all’italiana”, con il basilico, l’aglio e l’olio. Ricordiamo che sebbene venga spesso menzionato per essere stato il primo a proporre un abbinamento tra pasta e salse di pomodoro, in nessuna opera del Nebbia, se non in edizioni tarde di ottocento inoltrato, compare questo connubio, nemmeno indirettamente. A questo autore va riconosciuto comunque il merito di essere il primo autore a proporre il riso con il pomodoro, e fu anche il primo a proporre la mantecatura.

(Visited 6 times, 1 visits today)
Luciano Bambini
Maccheroni alla Sangiovannella
precedente
Maccheroni alla Sangiovannella
Risotto alla Napoletana
successivo
Risotto alla Napoletana
Maccheroni alla Sangiovannella
precedente
Maccheroni alla Sangiovannella
Risotto alla Napoletana
successivo
Risotto alla Napoletana

Inserisci un commento

Translate »
Available for Amazon Prime