Pesto ligure di Ponente

Share it on your social network:

Or you can just copy and share this url

Ingredienti

Regola porzioni:
30 foglie Basilico a foglie piccole
20gr Pecorino sardo
20gr Parmigiano Reggiano
2 spicchi Aglio
70gr Olio Evo ligure
1/2 cucchiaino Sale Grosso

Informazioni nutrizionali

3,15g
Proteine
25k
Calorie
0,9g
Grassi
33,06g
Carboidrati
1g
Zuccheri

Aggiungi ricetta ai segnalibri

You need to login or register to bookmark/favorite this content.

Pesto ligure di Ponente

Pesto ligure di Ponente

Caratteristiche:
  • Tradizionale

Metterle nel mortaio, asciutto, unire il sale e gli spicchi d'aglio ed iniziare a pestare con il pestello di legno.
Non battere con il pestello, ma schiacciare con forza, senza dare colpi nel mortaio.
Unire quindi poco formaggio per volta alternando i due tipi e, quando si avrà un composto omogeneo, far scendere l'olio d'oliva a filo mescolando con una spatola di legno fino ad ottenere un composto omogeneo e cremoso.

  • 15
  • Porzioni 4
  • Easy

Ingredienti

Indicazioni

Share

Pesto ligure di Ponente

Il Pesto ligure di Ponente è una salsa delicata e gustosa tipica della Liguria. Il Pesto ligure di Ponente è una ricetta saporita e fresca con cui dare un condimento speciale alla pasta asciutta od ai minestroni dalla primavera in poi.

Per il Pesto ligure di Ponente
disporre tutti gli ingredienti dosati sul piano di lavoro.

Pelare l’aglio, eliminare il germoglio verde interno,
soprattutto quando l’aglio non è più novello e tenere da parte.

Lavare accuratamente in acqua fredda corrente le foglie di basilico
e farle asciugare all’aria, stese su un telo.

Metterle nel mortaio, asciutto, unire il sale
e gli spicchi d’aglio ed iniziare a pestare con il pestello di legno.

Non battere con il pestello, ma schiacciare con forza,
senza dare colpi nel mortaio.

Unire quindi poco formaggio per volta alternando i due tipi e,
quando si avrà un composto omogeneo,
far scendere l’olio d’oliva a filo mescolando con una spatola di legno
fino ad ottenere un composto omogeneo e cremoso.

Oppure

più velocemente frullare con minipimer ad immersione:

l’olio con il parmigiano, il pecorino, il sale ed i pinoli.

Alla fine aggiungere il basilico frullando velocemente
per non farlo scaldare.

Usare la salsa per tutte le preparazioni per cui necessiti il suo uso
o la si voglia utilizzare.

 

 

 

Nota
Tenere il contenitore in cui si frullano gli ingredienti immerso nel ghiaccio o nel freezer per 45 minuti ciò evita l’ossidazione del pesto, per farlo rimanere verde brillante.

Sbollentare 3 volte l’aglio nel latte, tagliare a metà e togliere l’anima (il germoglio verde interno), così trattato è più digeribile.

Non fare mai saltare in padella la pasta con il pesto.

Il pesto sprigiona la sua fragranza con il calore della pasta appena scolata.

Le paste più indicate sono:

Trofie fresche cotte con fagiolini e tocchetti lessi di patate.

Orzo e farro lessati serviti a freddo con pomodorini a tocchetti conditi con aglio, olio e basilico.

Sono la luminosità della Riviera, le caratteristiche del terreno e dell’aria salmastra a determinare le qualità del basilico DOP. Le zone di produzione del basilico DOP sono Voltri, Prà, Coronata per Genova, Diano Marina, Andora, Albenga per la Riviera di Ponente e la Val di Magra per la riviera di Levante.

E’ un errore togliere il pesto dal mortaio per aggiungere l’olio, infatti parte della fragranza del basilico rimane sulle pareti del mortaio.

Aggiungendo quindi l’olio nello stesso recipiente, questo ne assorbe tutto l’aroma.

Per ottenere un buon pesto è molto importante la qualità del basilico, che deve essere riccio e ligure, come la qualità dell’olio, che deve essere evo e ligure.
Il pesto è una salsa fredda, ma si usa a caldo, mettendola nei minestroni o aggiungendola alla pasta asciutta, caldissima, dopo averla allungata con qualche cucchiaio d’acqua bollente.
Variante: potete aggiungere pinoli leggermente tostati; oppure gherigli di noci e cagliata di latte, prescensciua in dialetto.

Il Pesto ligure di Ponente è una classica ricetta ligure, amata e cucinata in tutto il mondo.

 

Farinata Ligure

 

Pesto di mandorle e noci

 

 

 

 

 

(Visited 44 times, 1 visits today)

Recensioni ricetta

Non ci sono ancora recensioni per questa ricetta, usa un modulo qui sotto per scrivere la tua recensione
Pesto di mandorle e noci
precedente
Pesto di mandorle e noci
Peverada
successivo
Peverada
Pesto di mandorle e noci
precedente
Pesto di mandorle e noci
Peverada
successivo
Peverada

Inserisci un commento

Translate »