0 0
Pizza come in pizzeria – 2 trucchi

Share it on your social network:

Or you can just copy and share this url

Ingredienti

Regola porzioni:
500gr Farina 00
4gr Lievito di birra Fresco
400cl Acqua
20gr Olio Evo
qb Sale
qb Zucchero

Informazioni nutrizionali

678kc
Calorie
14g
Proteine
14g
Grassi
132g
Carboidrati
2g
Zuccheri

Pizza come in pizzeria – 2 trucchi

Pizza come in pizzeria - 2 trucchi

Caratteristiche:
  • Prelibatezze
  • Tradizionale

Preparare l'impasto:
Mettere in una ciotola acqua tiepida e sciogliere lo lievito,
aggiungere olio evo un pizzico di zucchero e miscelare. Aggiungere Farina poco alla volta e sale, mescolare ed impastare fino ad ottenere una pasta morbida e compatta.
Lasciare riposare 15 minuti coperta con pellicola, impastare nuovamente per 2 minuti, lasciare ancora riposare per 10 minuti, lavorare nuovamente per 2 minuti e lasciare lievitare per almeno 3ore in frigorifero. Ogni tre ore di lievitazione dovresti riprnedere l'impasto e lavorarlo effettuando le TRE PIEGHE e rimetterlo nuovamente a riposo e a temperatura ambiente.
Fare delle palline da 120gr e iniziare a stenderne una su piano infarinato, fare arrovenetare una padella e stendere la prima pallina di pasta e adagiare su padella arroventata per 2 minuti.
Acendere il forno a 220 gradi.
Aggiungere il pomodoro sulla pizza in padella, sale e olio evo, e infornare per 5 minuti.
Estrarre la pizza dal forno e aggiungere la mozzarella, un filo d'olio e infornare nuovamente per 5 minuti.
Servire ben calda.

  • 15
  • Porzioni 6
  • Medium

Ingredienti

Indicazioni

Share

Pizza come in pizzeria – 2 trucchi

Videoricetta per preparare una pizza in casa come in pizzeira. Due trucchi, la Tre Pieghe e Leopardatura o Moka, i segreti che non sapevi per una pizza come in pizzeria. Segui gli slowmotion nel video

 

Per preparare la pizza come in pizzeria,
iniziamo ad organizzare sul piano di lavoro tutti gli ingredienti utili.

 

Guarda la videoricetta: Pizza come in pizzeria – 2 Trucchi
cerca i due slowmotion per capire meglio i dettagli dei due trucchi: Le Tre Pieghe e la Leopardatura o Moka.




I due trucchi per una pizza come in pizzeria:

  • Le Tre Pieghe
  • Leopardatura o Moka

Grazie a questi due segreti,
mangerai una pizza fatta in casa come quella in pizzeria.

 

Le Tre Pieghe sono un metodo di rimpasto post lievitazione della pasta per la pizza,
consiste nel far incamerare più aria possibile all’impasto in fase di lievitazione,
ogni tre ore bisognerà far fare all’impasto almeno tre pieghe su se stesso,
senza stringere o schiacciarlo, cercando di far uscire il meno aria possibile
di quanta ne abbia incamerata in fase di lievitazione..

 

 

La Leopardatura o Moka
si riferisce al colore puntinato “a macchie di leopardo” che assume il fondo della pizza
a contatto con il piano rovente del forno da pizzeria.
In un forno di casa è difficile far raggiungere temperature così alte,
che permettano la caramellizzazione degli zuccheri presenti nell’impasto,
in un tempo così breve.
Il passaggio del calore dal fondo del forno al fondo del tegame avverrà in un tmpo molto lungo,
tale da aver già portato a cottura la parte alta della pizza,
non permettendo al fondo di  caramellizzare  e diventare così croccante…
Per questo motivo prima d’infronare la pizza in forno ad alta temperatura,
la posizioniamo 2 minuti su una padella antiaderente e rovente,
al solo fine di caramellizzare velocemente il fondo della stessa,
per poi terminare la cottura in forno ventilato a 220° per 10 minuti.

 

Prepariamo l’impasto

Sciogliere in Acqua tiepida lo lievito.
In questa ricetta abbiamo utilizzato lievito fresco a cubetti.
In un recipiente abbondante aggiungere acqua e lievito,
a poco poco introdurre la farina,
inziare a mescolare e aggiungere sale e zucchero
e terminare la farina.
Continuare ad impastare fino a quando
non si raggiunge un impasto morbido e liscio.

Lasciare riposare coperto da pellicola per circa 15 minuti.

 

Riprendiamo L’impasto e portiamolo a lievitazione

Riprendere l’impasto, depositarlo su piano di lavoro infarinato
e rilavorarlo per 2 minuti.
Lasciar riposare nuovamente in contenitore coperto da pellicola
per altri 10 minuti.

Ripetere l’operazione di rimpasto nuovamente per altri due minuti,
al termine lasciare riposare e lievitare l’impasto,
depositarlo sempre in contenitore coperto da pellicola,
in frigorifero per almeno 12 ore.

 

Le tre Pieghe

Dopo le prime 12 ore di lievitazione,
per ogni 3 ore successive,
bisognerebbe effettuare dei “massaggi” all’impasto,
detto le TRE PIEGHE.
Quindi ogni tre ore, dopo le prime 12, fino a che non sarà il momento di cottura della pasta,
lavorarla delicatamente, senza stringerla o comprimerla,
cercando solo di avvolgerla su se stessa, formando tre pieghe morbide,
che accorpino aria al loro interno,
semplicemente cercando di ripiegarla su se stessa.
Lavorala velocemente per 30 secondi
e riporla in contenitore coperto da pellicola
e lasciarla nuovamente riposare  a temperatura ambiente.
Ripetere l’operazione ogni tre ore fino al suo utilizzo.

Prima dell’uso, dividere l’impasto in palline da 80gr cada una,
pesare l’impasto, fare tre pieghe e arrotolare tra i palmi delle mani,
lasciare riposare la pallina nuovamente per 10 minuti.

 

Stendere la pallina su piano di lavoro infarinato,
con aiuto del mattarello SE NON RIUSCITE CON I PALMI

Il mattarello comprimerà l’aria all’interno della pasta,
cercando di farla fuoriuscire dall’impasto.
Abbiamo fatto tanto per cercare di lasciare l’impasto areggiato e morbido,
se utilizziamo il mattarello non pressiamolo e delicatamente stendiamo la pasta 
per non più di tre, quattro volte.

Le bolle all’interno della pasta sono sintomo di qualità dell’impasto,
dobbiamo cercare di non farle fuoriuscire.

Stendere la pallina velocemente, delicatamente
e sempre su piano pulito e abbondantemente infarinato.

 

Leopardatura o Mokka

Questo è il secondo trucco
per ottenere una pizza come in pizzeria,
lo scopo è di abbrustolire la base,  caramellarne gli zuccheri presenti nell’impasto
per renderla ancor più croccante e saporita.
Mettere una padella antiaderente sul fuoco a fiamma alta, farla scladare molto,
quando la padella sarà rovente, stendere l’impasto di una pallina
e lasciare cuocere per 2 minuti.
Aggiungere il pomodoro stendendolo sulla superficie.
Olio evo e sale qb.

 

Infornare 220° per 10 minuti

Quando il fondo della nostra pizza,
avrà raggiunto il grado di Leopardatura o Moka a noi gradito,
potremo passare alla cottura in forno ventilato.

Infornare la base precotta in padella in forno già caldo a 220 gradi,
lasciare cuocere per 5 minuti.

Estrarre dal forno e aggiungere la mozzarella a cubetti,
olio Evo e sale qb.
Infornare nuovamente per gli ultimi 5 minuti.

 

Ecco pronta la pizza come in pizzeria.
Buonissima e croccante,
veramente buona come in pizzeria!

 

Ricordati i due trucchi fondamentali,
fino a quando non li abbiamo provati non siamo stati in grado di apprezzarne
i risultati, le TRE PIEGHE e LA LEOPARDATURA o MOKA.
Una pizza fatta in casa veramente buonissima, come in pizzeria.

 

Guarda la videoricetta: Pizza come in pizzeria – 2 Trucchi
cerca i due slowmotion per capire meglio i dettagli dei due trucchi: Le Tre Pieghe e la Leopardatura o Moka.




(Visited 112 times, 1 visits today)

Passaggi

1
fatto
15

Preparare l'impasto

Sciogliere in Acqua tiepida lo lievito.
in un recipiente aggiungere l'acqua e lievito e a poco poco introdurre la farina,
inziare a mescolare e aggiungere sale e zucchero e terminare la farina.
Raggiungere un impasto morbido e liscio.
Lasciare riposare coperto da pellicola per circa 15 minuti

2
fatto
30

Lavorazione impasto

Riprendere l'impasto e rilavorarlo per 2 minuti,
lasciar riposare nuovamente in contenitore coperto da pellicola per 10 minuti.
Ripetere l'operazione nuovamente, al termine lasciare riposare e lievitare l'impasto, sempre in contenitore coperto da pellicola, in frigorifero per almeno 12 ore.

3
fatto
180

LE TRE PIEGHE

Dopo le 12 ore, ogni 3 ore di riposo successive,
lavorare la pasta, formando tre pieghe,
ovvero continua a lavorare la pasta cercando di accorpare aria al suo interno,
senza schiacciarla o stringerla ma semplicemente cercando di ripiegarla su se stessa.
Lavorala velocemente per 30 secondi e riponila in contenitore a temperatura ambiente.
Ripetere l'operazione ogni tre ore fino all'uso.
Prima dell'uso, dividere l'impasto in palline da 80gr cada una,
pesare l'impasto, fare tre pieghe e arrotolare nei palmi,
lasciare riposare nuovamente almeno 10 minuti.

4
fatto
5

LEOPARDATURA o MOKA

Questo è il secondo trucco per ottenere una pizza come in pizzeria,
lo scopo è di abbrustolire la base, o caramellarne gli zuccheri presenti nell'impasto
per renderla più croccante e saporita.
Mettere una padella antiaderentesul fuoco a fiamma alta,
quando la padella sarà rovente, stendere l'impasto steso di una pallina,
lasciare cuocere per 2 minuti, aggiungere il pomodoro e stenderlo sulla superficie.
Olio evo e sale qb.

5
fatto
10

Infornare a 220°

Infornare la base precotta in padella a 220 gradi,
lasciare cuocere per 5 minuti.
Estrarre dal forno e aggiungere la mozzarella a cubetti, olio Evo e sale qb.
Infornare nuovamente per gli ultimi 5 minuti.

Chef Lory

Chef Lory

Ciao, guarda le mie ricette, prendi spunto e se hai bisogno di consigli sai dove trovarmi! Buon lavoro :D

Branzino al sale - Video ricetta
precedente
Branzino al sale – Video ricetta
Calzoni alla Foggiana
successivo
Calzoni alla Foggiana
Branzino al sale - Video ricetta
precedente
Branzino al sale – Video ricetta
Calzoni alla Foggiana
successivo
Calzoni alla Foggiana

Inserisci un commento

Available for Amazon Prime