Salsa alla Nizzarda

Share it on your social network:

Or you can just copy and share this url

Ingredienti

Regola porzioni:
50gr maionese
25gr Salsa pomodoro
1 Peperone rosso
1 cucchiaio Dragoncello tritato
qb Sale

Informazioni nutrizionali

21g
Proteine
92k
Calorie
1,9g
Grassi
1,5g
Carboidrati
0,9g
Zuccheri

Aggiungi ricetta ai segnalibri

You need to login or register to bookmark/favorite this content.

Salsa alla Nizzarda

Salsa alla Nizzarda

Caratteristiche:
  • Tradizionale

Pestare, in un mortaio, il peperone a poltiglia.
Metterlo in una ciotola.
Aggiungere la salsa di pomodoro, la maionese (vedi nota) ed il dragoncello tritato.
Mescolare bene.

  • 20
  • Porzioni 4
  • Easy

Ingredienti

Indicazioni

Share

La Salsa alla Nizzarda è ideale per pesce lesso ma si può usare per molte altre preparazioni secondo il proprio gusto, come verdure cotte e crude, hamburger o panini con i wurstel.

Per la Salsa alla Nizzarda
disporre tutti gli ingredienti dosati sul piano di lavoro.

Lavare, asciugare con carta assorbente da cucina,
le foglie di dragoncello, tritarle e tenere da parte.

Lavare, asciugare con carta assorbente da cucina,
il peperone e tenere da parte.

Pestare, in un mortaio,
il peperone a poltiglia.

Metterlo in una ciotola.

Aggiungere la salsa di pomodoro,
la maionese (vedi nota) ed il dragoncello tritato.

Mescolare bene.

Mettere in salsiera e servire in tavola per l’uso.

 

Nota
Maionese per 8 persone

Ingredienti: 1l. olio semi o ½ l. olio evo e ½ l olio semi – 8 tuorli –

2 cucchiai aceto – succo di 1 limone – 1 cucchiaino di senape –

Disporre tutti gli ingredienti dosati sul piano di lavoro.

Mantenere le uova a temperatura ambiente prima di preparare la maionese, si ridurrà il rischio che la salsa impazzisca.

Spremere un limone nello spremiagrumi e tenere il succo da parte.

In una ciotola capiente frustare i tuorli.

Mettere olio di semi a filo, od il misto di oli, un po’ alla volta, verificando la consistenza dell’impasto e continuare a frustare.

Aggiungere il succo di  limone sempre un po’ alla volta continuando a frustare.

Aggiungere l’aceto nella stessa quantità del succo di limone e procedere come per succo di limone.

Mettere 1 cucchiaino di senape, oppure pane imbevuto di brodo e aceto e spremuto mentre si frusta.

Serve per non fare impazzire la salsa, la rende meno liquida.

Riporre in frigorifero fino al momento dell’uso.

Servire in tavola in salsiera ad uso di tutti i commensali.

Se la maionese impazzisce prendere 2 rossi d’uovo metterli in una ciotola e frustare. Mettere poco olio a filo fino a che il composto non diventa denso, sempre frustando. Con un mestolo mettere nel nuovo composto la maionese impazzita poco per volta (a filo) e frustare sempre.

La Maionese è una salsa fredda adatta ad accompagnare molti piatti. La Maionese è una salsa fredda tra le più amate e diffuse in tutto il mondo. La Maionese è il perfetto accompagnamento a molti piatti di pesce, ed è la salsa fondamentale per il vitello tonnato. La Maionese è il modo migliore di arricchire panini farciti, per inventare tramezzini sfiziosi e per preparare club sandwich. La Maionese è l’accompagnamento ideale per carne, pesce, verdura cruda, panini e uova.

Il peperone è il nome comune dato alla bacca ottenuta da alcune varietà della specie Capsicum annuum e utilizzata come verdura, appartiene alla famiglia delle Solanacee. I peperoni sono stati importati dall’America centro-meridionale, Brasile, in Europa dagli spagnoli durante la prima metà del XVI secolo d.C. In Europa, erano inizialmente conosciuti con il nome di “pepe del Brasile”. I peperoni sono ortaggi largamente diffusi un po’ in tutto il Mondo ed entrano a far parte di moltissime tradizioni culinarie locali; anche in Italia, sia al nord che al sud, i peperoni rivestono un ruolo fondamentale poiché, in virtù della loro spiccata eterogeneità botanica, si adattano a preparazioni molto differenti l’uno dall’altro. Le varietà di peperoni producono frutti di differenti forme allungata, conica, a prisma o a globo, superfici liscia o costoluta, colori verde, rosso, giallo, arancione, violetto e sapore acre o dolce. I peperoni vengono consumati sia freschi crudi o cotti, sia in alcuni casi essiccati come ad esempio il peperone crusco. Generalmente i peperoni verdi sono meno dolci e più difficili da digerire, anche senza pelle, mentre i peperoni rossi e quelli gialli vantano una maggiore dolcezza e digeribilità. Al forno, ripieni, alla griglia, saltati in padella o in insalata: i peperoni sono adatti a tutti gli usi in cucina; vengono usati anche per minestre, salse, purè e per condire la pasta.

(Visited 2 times, 1 visits today)

Recensioni ricetta

Non ci sono ancora recensioni per questa ricetta, usa un modulo qui sotto per scrivere la tua recensione
precedente
Salsa alla Mela
successivo
Salsa allo Yogurt
precedente
Salsa alla Mela
successivo
Salsa allo Yogurt

Inserisci un commento

Translate »