Vitello alla Sarda

Share it on your social network:

Or you can just copy and share this url

Ingredients

Adjust Servings:
1kg Noce di vitello
2 cucchiai Olio Evo
6 Filetti di acciuga sotto olio
1 Cipolla
1 spicchio Aglio
1 limone
1 Chiodi di garofano
1 ciuffettino Prezzemolo
20gr Farina 00
1/2 bicchiere Vino bianco secco
qb Pepe
qb Sale
Per Salsa
400gr Passata di pomodoro
1 piccola Cipolla
100gr snocciolate Olive verdi
1/2 limone
1 cucchiaio Olio Evo
qb Pepe
qb Sale

Nutritional information

25,5g
Proteine
271k
Calorie
18g
Grassi
1,1g
Carboidrati
1g
Zuccheri

Vitello alla Sarda

Vitello alla Sarda

Features:
  • Tradizionale

Vitello alla Sarda:
In una padella antiaderente mettere a scaldare l’olio evo.
Aggiungere la noce di vitello legata e far rosolare in tutte le sue parti.
A doratura effettuata aggiungere la cipolla e l’aglio tritati, il chiodo di garofano, le 2 fette di limone e far imbiondire.
Versare il vino bianco secco, cuocere per 60 minuti a fiamma moderata, mescolare di tanto in tanto, rigirare la carne e bagnarla sovente con il sugo di cottura.
A cottura ultimata mettere l’arrosto su di un piatto di portata e tenere da parte.
Preparare la salsa:
Pulire, lavare, tritare la cipolla e tenere da parte.
Spremere il ½ limone nello spremiagrumi e tenere il succo da parte.
In una padella antiaderente mettere a scaldare l’olio evo.
Aggiungere la cipollina tritata e far imbiondire.
Versare la passata di pomodoro, pepe, sale e cuocere per 25 minuti a fiamma bassa.
5 minuti prima di fine cottura unire le olive snocciolate ed il succo di limone.
Affettare la carne, disporla ordinatamente su di un piatto di portata.
Cospargere le fette di vitello con la salsa preparata.

  • 80
  • Serves 4
  • Easy

Ingredients

  • Per Salsa

Directions

Share
Pubblicità

Vitello alla Sarda

Il Vitello alla Sarda è un secondo piatto gustoso e particolare, ideale da proporre a pranzo od a cena con familiari ed amici.

Per il Vitello alla Sarda disporre tutti gli ingredienti dosati sul piano di lavoro.

Pubblicità

Lavare, asciugare con carta assorbente da cucina, le foglie di prezzemolo, tritarle e tenere da parte.

Pulire, lavare, tritare la cipolla e tenere da parte.

Pelare, tritare l’aglio e tenere da parte.

Lavare il limone tagliare 2 fettine con la scorza e tenere da parte.

Sgocciolare i filetti di acciuga dall’olio di conservazione, tagliarle a pezzetti e tenere da parte.

Lavare, asciugare con carta assorbente da cucina, la carne.

Con un coltello ben affilato, togliere le parti grasse, se non l’avesse già fatto il macellaio, praticare dei tagli nella carne dove inserire i pezzetti di acciuga

(picchettare la carne), salarla, peparla, infarinarla e legare la carne con spago da cucina come si fa per l’arrosto.

In una padella antiaderente mettere a scaldare l’olio evo.

Aggiungere la noce di vitello legata e far rosolare in tutte le sue parti.

A doratura effettuata aggiungere la cipolla e l’aglio tritati, il prezzemolo tritato, il chiodo di garofano, le 2 fette di limone e far imbiondire.

Versare il vino bianco secco, cuocere per 60 minuti a fiamma moderata, mescolare di tanto in tanto, rigirare la carne e bagnarla sovente con il sugo di cottura.

A cottura ultimata mettere l’arrosto su di un piatto di portata e tenere da parte.

 

Preparare la salsa:

Pulire, lavare, tritare la cipolla e tenere da parte.

Spremere il ½ limone nello spremiagrumi e tenere il succo da parte.

In una padella antiaderente mettere a scaldare l’olio evo.

Aggiungere la cipollina tritata e far imbiondire.

Versare la passata di pomodoro, pepe, sale e cuocere per 25 minuti a fiamma bassa.

5 minuti prima di fine cottura unire le olive snocciolate ed il succo di limone.

Affettare la carne, disporla ordinatamente su di un piatto di portata.

Cospargere le fette di vitello con la salsa preparata.

 

Servire in tavola direttamente su piatto di portata.

 

 

Nota

Il Vitello alla Sarda si può accompagnare con patatine al forno o con purè o con verdure lessate di stagione.

Vitello (dal latino vitellus, diminutivo di vitulus) è il nome del bovino maschio di età inferiore ai 12 mesi, di peso inferiore ai 250 kg.

Rispetto alle relative carni da cucina, si distinguono due tipi di vitello:

Vitello comune, bovino precocemente svezzato e alimentato con foraggi e mangimi

Vitello sanato (o semplicemente “sanato”), vitello maschio castrato alimentato fino al raggiungimento del peso indicato, esclusivamente con latte e, negli ultimi mesi prima della macellazione, latte addizionato con uova

Data la giovane età di macellazione del bovino, la carne di vitello è considerata “bianca”.

Con questa denominazione s’intendono i bovini macellati in età compresa tra i 12 e i 18 mesi. La carne di vitellone, considerata anch’essa “bianca”, contiene meno acqua di quella del più giovane vitello, con differenze che vanno dal 20% al 30% in meno.

Si tratta di carne meno tenera, ma più gustosa di quella del vitello.

 

 

Filetto di Manzo alla Sarda

 

 

 

Carciofi alla Sarda

 

 

(Visited 3 times, 1 visits today)
Pubblicità
luciano bambini
Spaghetti alla Papalina
previous
Spaghetti alla Papalina
Patate Ripiene con Scampi
next
Patate Ripiene con Scampi
Spaghetti alla Papalina
previous
Spaghetti alla Papalina
Patate Ripiene con Scampi
next
Patate Ripiene con Scampi

Add Your Comment

Translate »
Copia snippet di codice