Brocciu corso o brocciu, Formaggi francesi, storia, tipologie

Formaggio Brocciu corso o brocciu, Formaggi Italiani, storia, origini, territorio, Brocciu corso o brocciu francese

Brocciu corso o Brocciu

Brocciu corso o Brocciu

 

è un formaggio francese prodotto in Corsica.

La Corsica possiede da tempi antichissimi una solida tradizione in materia di allevamento e di produzione di formaggi.

Esistono poche tracce scritte di questa tradizione che nell'isola viene tramandata verbalmente. La produzione del Brocciu segue quella dei formaggi da latte di pecora o di capra che rendono disponibile il siero da impiegare.

È un formaggio prodotto sia col latte di pecora che col latte di capra, con un peso variabile dai 250 g ai 3 kg. È molto apprezzato dai Corsi che lo chiamano « casgiu naziunale (formaggio nazionale) ».

Inoltre Émile Bergerat disse sul brocciu « chi non ne conosce il gusto non conosce l'isola » .

Dal giugno 1996, a livello europeo, la denominazione Brocciu Corse ou brocciu è stata riconosciuta denominazione di origine protetta (DOP) e suo disciplinare di produzione modificato nel 2003

Il siero proveniente dalla produzione di formaggi viene addizionato con il 35% o più di latte fresco di pecora e/o di capra.

Riscaldato alla temperatura di 80-90° e acidificato permette la flocculazione della Ricotta e la sua raccolta.

Si consuma fresco, oppure dopo 15 giorni.

Latticino senza crosta, con pasta molle, umida, di colore bianco.

Il periodo di degustazione migliore va da novembre a giugno.

È consumato prevalentemente alla fine dei pasti e rientra in vari piatti della Corsica (pulenta, omelette, cannelloni, verdure farcite...) e nel celebre dolce tradizionale del Fiadone.

Parecchie specialità della cucina dell'isola utilizzano il Brocciu.

Tra le più importanti: la frittata incù u brocciu, l'imbrocciata, gli sturzapreti, la pulenta incù u brocciu i cannelloni riempiti di brocciu, la cocciula.

0,00 €

Potrebbero interessarti anche queste ricette: